Home > Distro e DE Linux, Maverick Meerkat, Netbook, Ubuntu, Unity > Unity? Gnome-Shell? Mah…

Unity? Gnome-Shell? Mah…

Qui sul blog non ho mai parlato prima d’ora di quest’argomento, ormai abbastanza noto, del panorama Gnu/Linux.

Non ne ho mai parlato per un semplice motivo: non ne sono minimamente attratto, anzi, se devo essere sincero proprio non lo sopporto.

Possiedo un Netbook, ma il mio interesse in “Ubuntu Netbook Edition” e in questa nuova Unity è pressochè nullo… proprio non riesco a sopportare questi nuovi tipi di interfaccia, che sembrano più adatti a un cellulare più che a un computer.

Non so voi, ma tra questo:

Mint Desktop

E questo:

Unity Desktop

…preferisco di gran lunga il vecchio, classico desktop di Gnome…

Voi cosa ne pensate?

  1. 22 agosto 2010 alle 10:19 PM

    Sinceramente, BLEAH
    Molto meglio l’interfaccia di KDE4 adattata per i netbook, e anche quella non fa proprio sognare
    Io sui netbook vedo molto bene E17, ma non si decidono mai a rilasciarlo stabile

    Questo è anche uno dei prodotti della frammentazione di forze nell’open source, ma si va in altri campi

    • mito94
      23 agosto 2010 alle 9:22 AM

      Anche a me non dispiaceva l’interfaccia netbook di Kde, ma era troppo lenta… a me sembrava quasi inusabile…

  2. red/
    22 agosto 2010 alle 11:27 PM

    Negli scorsi giorni avevo dato un’ occhiata ad alcuni video su Uniti proprio per vedere di cosa si trattasse e in definitiva mi pare meno peggio della vecchia schermata di ubuntu netbook remix, nel senso che porta via meno spazio. Infatti sul netbook Asus1005P dopo averla provata, l’ ho tolta e ho installato ubuntu tradizionale (non versione netbook).

    Poi devo dire che uso il netbook come fisso in quanto ha sufficiente potenza per i miei usi: l’ ho collegato ad un monitor 4/3 di 19 pollici e tengo spento il monitor da 11 pollici del netbook. Tramite una moltiplica di usb ho sempre attaccato una tastiera ergonomica e un mouse col cavo e mi rimangono altre 2 uscite usb disponibili alla bisogna. Quando lo devo eventualmente portare con me lo scollego.

    Tutto sommato non sento il bisogno di strani fronzoli artistici: aborro i video di gnome shell che ho guardato! Uniti mi sembra la meno peggio… magari per evitare gnome shell. Forse anche potrebbe essere una alternativa alle dockbar! Sarei curioso di sapere rispetto ad esse quanto è supposto che consumi in risorse del pc…

    Non sono contrario a un po’ di bella grafica, a malapena so usare il terminale, ma tutto ciò che è ambiente grafico ciuccia per bene le risorse del pc.
    Sto iniziando da poco a sperimentare felicemente xubuntu su un pc fisso di 5 anni fa con cpu i686. Cpu i686 anche per il netbook. Su quest’ ultimo molto più avanti potrei portare xubuntu quando saprò cavarmela adeguatamente con esso.
    Vorrei capire come alleggerirlo un po’ rispetto ad alcuni pacchetti di gnome aggiunti dalla Canonical che per abbellirlo un po’ lo appesantiscono. Almeno così dicono sui forum… Alcuni pacchetti di gnome senz’ altro li vorrò tenere, perchè un po’ di bella grafica o di comodità non mi dispiacciono.
    Comunque sul nelbook ubuntu 10.04 va bene.
    Personalmente non mi piace la grafica che ubuntu dovrà assumere in futuro per assomigliare a Mac.

    Mi piacerebbe che sull’ argomento si esprimessero anche altri lettori del blog.

    Colgo l’ occasione per una riflessione: su Linux Feed ogni tanto sono pubblicati articoli sull’ uscita di distribuzioni con ambienti grafici leggeri come lxde, xfce, è però un peccato -a mio modesto parere- che poi non si parli più di essi facendo degli esempi su come personalizzarli un pochino. E vabbè che non si possono fare le stesse complesse elaborazioni che sono possibili per l’ ambiente Gnome, però mi sembra una mancanza che dopo averle suggerite non si diano alcune dritte su come migliorare un po’ l’ uso dell’ ambiente grafico. Penso potrebbero essere consigli comunque utili agli utilizzatori di linux di “primo pelo” che si affacciano ad esso, perchè magari hanno sentito che è possibile recuperare un vecchio pc…

    Saluti, red/

    • mito94
      23 agosto 2010 alle 9:29 AM

      Concordo su tutto quello che hai detto.
      Innanzitutto anch’io uso il netbook quasi come un fisso, infatti la maggior parte delle volte lo collego al monitor esterno.

      Poi non so, sarà questione di abitudine, ma queste interfacce mi danno l’idea che rendano più dispersivo il desktop e l’organizzazione delle applicazioni e dei documenti…

      In quanto alla tua riflessione, hai perfettamente ragione: io molte volte ho provato xfce, lxde e altri desktop leggeri ma alla fine sono tornato a Gnome per una mancanza di guide e personalizzazioni varie. (E questo è anche il motivo principale del mio continuo ritorno a utilizzare ambienti Debian-based).

      Dopotutto questo è uno dei grandi difetti del mondo Open Source: tutti si fissano sulla distribuzione più popolare e lasciano perdere le altre…

  3. Barra
    23 agosto 2010 alle 10:15 AM

    Unity nasce per “aiutare” gli utenti non pro.
    E’ pensato per essere immediato, fare poche cose ma farle in modo semplice.

    E ci riesce. Ad esempio mi è capitato 1000 volte di avere clienti/amici che si erano persi file in giro per il computer. Con Unity questo non potrebbe succedere!
    Oggi la UI è ancora incompleta e l’arrivo del Cimi nel design team di Canonical mi fa ben sperare😀

    • mito94
      23 agosto 2010 alle 10:22 AM

      Hai ragione, e forse è proprio quel “fare poche cose ma farle in modo semplice” che non mi fa piacere Unity.
      E’ un pò come Moblin: va bene se usi il pc solo per internet e Social Network, ma se vuoi fare qualcosa di più fai “fatica” (tra virgolette perchè come sempre è questione di abitudine)…

      • Barra
        23 agosto 2010 alle 3:06 PM

        IMHO è la definizione stessa di netbook che sta stretta a chi un pc lo usa per fare un pò di tutto….
        Sulla macchina da cui scrivo ci faccio davvero tutto meno che giocare (ad averne il tempo!). Devo necessariamente essere ordinato altrimenti mi perderei robbba ogni 3×2. Sul netbook ci scrivo relazioni e preventivi per i clienti, ci ascolto musica e ci guardo film.

        Sul primo Unity mi complicherebbe la vita, sul 2o invece la semplificherebbe molto.
        Se dovessi fare qualcosa di più allora è la definizione di netbook a stare stretta (IMHO) al portatile.

  4. D4n13le
    23 agosto 2010 alle 12:22 PM

    Il fatto che porti come esempio Unity su uno schermo di tale dimensioni è prova tangibile del fatto che tu non abbia capito appieno lo scopo di Unity: su uno schermo 9″ la sensazione è ben diversa. Ovviamente sarà necessario prenderci la mano all’inizio, ma la praticità raggiungibile mi pare alta.

  5. Daniele
    23 agosto 2010 alle 4:51 PM

    Credo che la vera forza di queste interfacce sia sui netbook con i touch screen. Pensa che goduria lavorare con uno schermo 9″ solo con le mani. Ovviamente è sempre questione di gusti e di abitudine, ma a me il touch screen piace e avere una interfaccia grafica per spremerlo al massimo fa impazzire.

    • mito94
      23 agosto 2010 alle 6:34 PM

      Anch’io penso che sia più adatto per i touch screen piuttosto che per mouse e tastiera. Con i touch screen sì che diventa tutto più veloce e usabile (l’interfaccia classica di gnome con un touch sarebbe quasi impossibile da usare).

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: